Storia del carciofo-Diverse Varietà di Carciofo

Il carciofo (detto anche “carciofo”) è un tipo di cardo che noi, nel tempo, coltiviamo per poterlo utilizzare come alimento. Mangiamo i suoi fiori mentre sono ancora boccioli. Questa pianta perenne cresce in tutto il mondo e può crescere fino a 2 metri di altezza con foglie lunghe fino a 80 cm. Pianta crescere una testa di fiore che ha fiori più piccoli su una base commestibile. Le gemme di questi fiori sono verdi o verde-viola, possono crescere fino a 15 cm di diametro e hanno porzioni inferiori carnose che sono commestibili.

L’antenato del carciofo prima della coltivazione, il cardo, apparso per la prima volta nel Mediterraneo era usato come cibo dagli antichi greci e Romani. Possono ancora essere trovati in Nord Africa. Semi delle varianti coltivate di cardo sono stati trovati a Mons Claudianus in Egitto, una cava dai tempi dell’antica Roma. Gli antichi greci li coltivavano in Sicilia e li chiamavano ” kaktos.”Un’ulteriore coltivazione fu eseguita a Napoli nel ix secolo, e nella Spagna musulmana e nel Maghreb (una regione nell’Africa nord-occidentale, vicino all’Egitto) nel periodo medievale. I notai di Avignone menzionano i carciofi nel 16 ° secolo e parlano di loro come di lusso e afrodisiaco. All’incirca nello stesso periodo, gli olandesi portarono i carciofi in Inghilterra. Nuovo mondo ha visto carciofi per la prima volta nel 19 ° secolo. Oggi i maggiori produttori di carciofi sono ancora nel Mediterraneo. Il maggior produttore è l’Egitto, seguito da Italia e Spagna. Al di fuori del Mediterraneo, il più grande produttore è il Perù. Negli Stati Uniti d’America, cioè la California, che è uno dei luoghi in cui i carciofi sono stati portati per la prima volta. Produce quasi tutta la resa dei carciofi prodotti negli Stati Uniti.

Carciofo Vegetable History

Mentre esistono entrambe le varietà (cultivar), forme selvatiche e coltivate, le varietà coltivate tradizionali sono più frequenti nell’uso.

Tipi di Carciofi

Tradizionali cultivar

Verde e di grandi dimensioni

  • Vert de Laon (Francia)
  • Camus de Bretagne (Francia)
  • Castel (Francia)
  • Verde Mondo (USA, Sud Africa)

Verde, di medie dimensioni

  • Verde Palermo (Sicilia)
  • Blanca de Tudela (Spagna)
  • Argentina (Cile)
  • spagnolo (Cile)
  • Blanc d’oran (Algeria)
  • Sakiz (Turchia)
  • Bayrampasha (Turchia)

Viola, grande

  • Romanesco (Italia)
  • C3 (Italia)

Viola, medium-size

  • Violet de Provence (France)
  • Brindisino (Sicily)
  • Catanese (Sicily)
  • Niscemese (Sicily)
  • Violet d’Algerie (Algeria)
  • Baladi (Egypt)
  • Ñato (Argentina)
  • Violetta di Chioggia (Italy)

Spined

  • Spinoso Sardo e Ingauno (Sardinia)
  • Criolla (Peru)

White

  • various places of the world

Cultivars by seeds

Artichokes for industry

  • Madrigal
  • Lorca
  • A-106
  • Imperial Star

Verde

  • Sinfonia
  • Armonia

Viola

  • Concerto
  • Opal
  • Tempo
Carciofo Fiore

I carciofi possono essere preparati in una varietà di modi. Quando le persone li cucinano, li bollono o li cuociono a vapore. Prima di ciò, il gambo viene tagliato ma gli ultimi 5-10 mm. Le spine dalle cime delle foglie del germoglio (scale) vengono rimosse tagliando il quarto superiore della scala. Dopo che il carciofo viene bollito in acqua con sale aggiunto e scoperto, quindi, non diventano marroni a causa dell’ossidazione della clorofilla e della doratura enzimatica. Questo può anche essere prevenuto aggiungendo aceto o succo di limone all’acqua. Il carciofo può anche essere preparato rimuovendo tutte le squame una per una e poi bollendole Il carciofo preparato in questo modo viene spesso mangiato con l’olandese, l’aceto, il burro, la maionese, il succo di limone o altre salse.

La cucina greca chiamata “aginares a la polita” è uno stufato a base di cuori di carciofo, patate, carota, cipolla, limone e aneto. Un altro metodo di preparazione è quello di rimuovere le squame ma lasciare il cuore concavo del carciofo. Le squame vengono poi utilizzate per i contorni mentre il cuore concavo viene riempito con carne e fritto o cotto in una salsa salata. In Italia, i carciofi sono spesso ripieni di pangrattato, aglio, origano, prezzemolo, formaggio grattugiato e prosciutto o salsiccia. In Spagna, i carciofi giovani vengono preparati saltandoli in olio d’oliva con aglio e servendoli con riso come una paella o mescolati con le uova in una tortilla. Le persone della regione Da Lat del Vietnam fanno il “tè al carciofo” a base di erbe e può essere persino acquistato come prodotto commerciale. “Alcachofa” è una tisana di carciofo prodotta in Messico. Il gusto di questi tè è amaro e”leggermente legnoso”. Anche un liquore può essere fatto con carciofi. Il liquore italiano Cynar ha il 16,5% di alcol e viene servito sopra ghiaccio come aperitivo o come cocktail con succo d’arancia. Questo cocktail è molto popolare in Svizzera.

Il carciofo è un eccellente antiossidante. Aiuta anche la digestione, la funzionalità epatica e la funzione della cistifellea.

Lascia un commento