Qual è la terminologia comune prevista per dare?

Dare pianificato è un termine abbastanza facile da afferrare. Un donatore fa un accordo per un regalo futuro nel presente, più spesso in testamento. Pianificato e dare sono entrambe parole che sentiamo regolarmente, quindi possiamo dedurre automaticamente un significato dietro la combinazione.

Se sei ancora un po ‘ nebbioso sulla definizione di dare pianificato, dai un’occhiata al nostro articolo che risponderà a tutte le tue domande di dare pianificate.

Una volta superato le basi del metodo di raccolta fondi, è qui che la lingua diventa un po ‘ più complicata.

Ogni volta che sono coinvolti contratti e testamenti e trust, anche la terminologia legale entra nell’equazione. Le raccolte di fondi non devono essere esperti legali per spiegare il dare pianificato ai loro sostenitori, ma devono avere una certa familiarità con una selezione dei termini più popolari e complessi associati al dare pianificato.

Ecco dove arriva questo articolo.

Qui troverete 10 popolare previsto dando termini e le loro definizioni.

Abbiamo decostruito ogni parola o frase e spiegato in inglese semplice. Speriamo che questa lista chiarisca alcune cose per te.

Termine #1: Beneficiario e beneficiario secondario

Un beneficiario è la persona o l’organizzazione legalmente nominata per ricevere i benefici / fondi come ritenuto da un testamento o da un contratto. Proprio come sembra, il secondo beneficiario riceverà i benefici dopo che il beneficiario primario muore.

Nel caso di determinati accordi, un individuo può stabilire un’organizzazione caritatevole come beneficiario secondario nel suo testamento. In questo modo, una volta che il beneficiario primario del donatore muore e non ha più bisogno dei fondi, il denaro viene quindi donato a un’organizzazione precedentemente determinata.

Termine #2: Intenzione lascito

I donatori non devono notificare un lascito. Possono semplicemente scrivere la tua organizzazione nelle loro volontà e riceverai i loro doni dopo la loro morte.

Quel sistema di donazione pianificata senza preavviso è una ragione incombente per cui le organizzazioni non profit affermano che le prospettive di regalo pianificate sono difficili da identificare. Se anche le persone già impegnate a lasciare un regalo pianificato non stanno notificando la tua organizzazione, come dovresti trovare più prospettive?

Beh, molti donatori fanno conoscere i loro piani, attraverso intenzioni lascito. Questo termine si riferisce alla decisione di un donatore di dire al no-profit che lui o lei sta progettando di lasciare un regalo futuro.

La conoscenza di un lascito è enorme per un’organizzazione no-profit. Può aiutare l’organizzazione a soddisfare meglio la gestione del singolo donatore. Questi donatori dovrebbero ricevere lo stesso livello di cura e attenzione di un donatore di grandi doni.

Tuttavia, è importante ricordare che un’intenzione di lascito non è un contratto legalmente vincolante. Questi donatori non sono obbligati a portare a termine questi doni. L’intenzione lascito non è una garanzia.

Termine #3: Lascito caritatevole

Un donatore può fare un lascito caritatevole tramite un trust, volontà, o piano immobiliare. Attraverso un lascito di beneficenza, il donatore seleziona un ente di beneficenza per ricevere un regalo fisso.

I lasciti di beneficenza di solito si organizzano in tre categorie:

  • Importo specifico: Proprio come sembra, in questi casi un donatore assegna un insieme esatto di fondi a un’organizzazione.
  • Resto: Questo è il pacchetto leftovers. Un donatore può scegliere di avere un no-profit ricevere i soldi a sinistra dopo tutti gli altri lasciti sono pagati.
  • Percentuale: un donatore può anche scegliere di regalare alla tua organizzazione una percentuale fissa della sua ricchezza totale.

Indipendentemente dalla categoria di lasciti caritatevoli da cui proviene un regalo pianificato, il processo di donazione è abbastanza semplice.

Termine #4: Charitable Gift Annuity

Una rendita charitable gift è uno scenario interessante.

C’è un po ‘ di avanti e indietro con questi doni. È più facile pensare alle rendite caritatevoli come un processo. Diamo un’occhiata alle fasi.

  1. Un donatore dà a un’organizzazione no-profit una grande quantità di denaro
  2. Che l’organizzazione no-profit paga al donatore un reddito stabilito da tale somma ogni anno
  3. Il periodo di paga termina, di solito con la morte del donatore
  4. L’organizzazione no-profit mantiene tutti i fondi rimanenti

Questi doni sono più comuni

Termine # 5: Charitable Remainder Trust

Abbiamo già discusso un concetto simile con la nostra definizione di charitable bequest remainder.

Un trust resto caritatevole è dotato di un’organizzazione dopo i termini del trust sono completi. È standard per un trust di dare il suo destinatario(s) una certa somma di denaro ogni anno, fino al completamento del trust. Una volta che il trust è completo, comunemente dopo la morte del suo destinatario(s), i fondi rimanenti sono dati all’organizzazione nominata nel contratto del trust.

Termine #6: Codicillo

Un codicillo è il singolo documento legale che ha il potere di cambiare una volontà. Può apportare modifiche sia piccole che grandi. Un codicillo modifica le aree della volontà precedentemente scritta. Il processo deve essere gestito con le stesse procedure e formalità della volontà iniziale stessa per essere valido.

Termine #7: Attività non in contanti

Un’attività non in contanti è ciò che ti aspetteresti. Qualsiasi bene donato alla tua organizzazione che non sia in contanti o equivalente in contanti rientra nell’ambito di questo termine.

Le attività popolari non in contanti sono polizze di assicurazione sulla vita, immobili e conti pensionistici, ad esempio.

Termine # 8: Valore attuale

Dovresti istintivamente conoscere questo termine. È incluso qui meno a fini di definizione e più per richiamare l’attenzione su ciò che significano le sue implicazioni.

Il valore attuale è il valore corrente. Il valore attuale ha implicazioni diverse in futuro.

L’inflazione e alcuni altri fattori fanno sì che un regalo attuale con un valore attuale di $25.000 avrà un valore maggiore di un regalo in futuro di $25.000. Quando si prepara e si considerano le implicazioni dei doni pianificati, la relazione tra valore presente e futuro deve essere ricordata e affrontata.

Termine #9: Proprietà reale

La proprietà reale è proprietà che non può essere spostata.

La terra e qualsiasi proprietà permanente aggiuntiva su quel terreno rientrano tutti nell’ambito di questo termine. Ad esempio, una proprietà di 100 acri e la casa stessa su quella proprietà sarebbero classificati come proprietà reale.

Termine #10: Split Interest Gifts

Queste sono metà donazioni, o regali parzialmente dati. I regali di interesse divisi non vengono interamente consegnati alla tua organizzazione, invece il proprietario mantiene una certa quantità di proprietà. Vedrai più spesso regali come questi sotto forma di proprietà o interessi commerciali.

Lascia un commento